Serrande e valvole in PVC per un sistema idraulico ottimale

Serrande e valvole in PVC: qual è il loro valore e quale il loro vantaggio rispetto a prodotti di altro materiale?

Iniziamo con una definizione: vengono considerate valvole tutti quegli elementi ausiliari ad una tubazione che permettono il controllo, la regolazione, la deviazione o l’interruzione del flusso trasportato. Le valvole sono composte da:

  • il corpo, ovvero la parte congiunta alla tubazione e all’interno della quale scorre il fluido;
  • le porte, ovvero l’ingresso e l’uscita del fluido all’interno del corpo;
  • l’otturatore, ovvero l’elemento mobile che permette la regolazione o l’interruzione del flusso;
  • lo stelo, ovvero l’elemento, posto sul corpo, attraverso cui è possibile regolare la posizione dell’otturatore;
  • la cuffia, ovvero la parte che circonda lo stelo e lo sigilla;
  • i seggi, ovvero la zona in cui il contatto tra corpo e otturatore assicura la tenuta del liquido;
  • gli attuatori, ovvero quei dispositivi di manovra (leve, volantini, motori o meccanismi automatici) che permettono allo stelo di muoversi.

Valvole idrauliche per tubazioni: tutte le loro funzioni

Esistono diverse tipologie di valvole per tubazioni, ognuna delle quali deve rispondere a delle macro-funzioni.

La prima è quella di regolare la portata del fluido attraverso il grado di apertura dell’otturatore. Grazie alle valvole di regolazione è possibile contenere la pressione del fluido nella tubazione e mantenere costante il suo livello all’interno di un serbatoio.

La seconda macro-funzione è quella di intercettare, bloccare o deviare il flusso internamente al tubo di trasporto. Le valvole stop, certamente le più diffuse, sono quelle che permettono di interrompere il flusso di gas, acqua, vapore e liquidi in tempi brevissimi; altre valvole che rispondono a questa macro-funzione sono le valvole di distribuzione e miscelazione, ovvero valvole a 3 vie o più, che permettono di separare un unico flusso verso più uscite o far confluire diversi flussi in un’unica tubazione.

La terza macro-funziona è quella di garantire la sicurezza di linee di vapore, gasdotti, condotte idriche ed altre condutture. Le valvole di sicurezza operano chiudendo automaticamente o passivamente (senza un intervento umano) la tubazione quando la pressione del fluido supera dei precisi limiti. Simili, ma da non confondere, sono le valvole protettive installate sulle tubazioni per proteggerle da incidenti e guasti che potrebbero compromettere il funzionamento di un impianto e la salute dei lavoratori.

La quarta macro-funzione è quella di contenere il movimento del flusso in una sola direzione. Le valvole di ritegno permettono di impedire il reflusso di un liquido verso il punto di origine, ma anche impedire che l’impianto si svuoti nel caso la pompa subisca un improvviso arresto.

Valvole in PVC: caratteristiche e vantaggi

Diversi sono i materiali di cui possono essere composte le valvole per tubazioni: ghisa, acciaio, bronzo, rame e molti altri metalli. Perché allora scegliere proprio delle valvole in PVC?

Innanzitutto, per il prezzo: il polivinilcloruro è uno dei materiali più economici in circolazione, soprattutto in rapporto alle sue caratteristiche chimiche e fisiche. Le valvole e le serrande in PVC sono infatti altamente resistenti alla corrosione, punto debole proprio dei materiali metallici, e sono caratterizzate da un ottimo rapporto tra flessibilità e resistenza meccanica.

Ciononostante, le valvole in PVC non sono adatte a contenere fluidi ad alte pressioni e temperature, per cui è meglio utilizzarle su tubazioni di diametri contenuti e con liquidi o gas a basse pressioni.

Per ricevere maggiori informazioni sulle valvole in PVC e per scoprire se possono essere la scelta migliore per le vostre tubazioni, non esitate a contattarci.