Lareter S.p.A. si impegna, ormai da anni, nella promozione della consapevolezza ambientale e nel miglioramento partecipato alla tutela della natura. Dalla scelta dei materiali alla produzione, fino alla messa in posa delle tubazioni in PVC e PE, Lareter rispetta norme molto stringenti, ottenendo inoltre la certificazione integrata UNI EN ISO 14001 e  EN ISO 45001. Questa certificazione è riservata solo alle aziende che dimostrano di saper gestire le loro responsabilità aziendali in un processo che comincia dalla lavorazione della materia prima, passa per il riutilizzo degli scarti e termina nella formazione e sensibilizzazione del personale.

Ma perché il suo sforzo non sia vano, Lareter si impegna anche nella condivisione e diffusione di giuste informazioni. Solo grazie ad esse, infatti, ogni cittadino può compiere delle scelte ragionate e responsabili nei confronti del nostro ambiente.

Perché una tubazione PVC e PE è sostenibile?

Il PVC (polimero del cloruro di vinile, noto anche come polivinilcloruro) è un materiale termoplastico composto da cloro, carbonio e idrogeno. Può anche essere unito ad altre sostanze, come lubrificanti e stabilizzanti, al fine di migliorarne le prestazioni e conferirgli particolari proprietà fisico-meccaniche. Il PVC è una delle materie plastiche più utilizzate al mondo (nell’edilizia, negli imballaggi, nel campo medico-chirurgico e in molti altri settori) non solo perché ha un costo di produzione molto basso, ma anche perché tutto il suo ciclo di vita è sostenibile.

La produzione del polivinilcloruro, infatti, richiede una quantità molto limitata di energia ed è ha una bassissima emissione di CO2 e anidride solforosa; gli scarti ottenuti dalla sua realizzazione e i vecchi prodotti, come i tubi in PVC, possono essere recuperati all’interno di un nuovo ciclo di produzione; il basso peso specifico diminuisce i consumi per il suo trasporto; la sua superficie antistatica e idrorepellente lo rende inospitale per muffe e microbi e lo ripara dalla corrosione chimica e ossidativa.

Il PE (polietilene) è anch’esso un polimero sintetico diffusissimo in qualsiasi settore: economico da produrre, altamente versatile, molto isolante, chimicamente stabile e incredibilmente resistente al deterioramento chimico. Come il tubo in PVC, anche quello in PE è molto leggero e facilmente trasportabile, il ché comporta un abbattimento dei costi dei trasporti e un’altissima facilità di posa.

Capiamo subito, quindi, che lacquisto tubi in PVC e PE non è solo una scelta vantaggiosa per le nostre finanze, ma anche per il nostro ecosistema. Fortunatamente, questi materiali vengono utilizzati per la produzione di tubi dalle finalità più diverse: per fognature, per pozzi, per lo scarico delle acque reflue, per cavidotti (anche sotterranei per telecomunicazioni e fibra ottica), drenaggi agricoli e molto altro.

Alte prestazioni e basso impatto ambientale

Linstallazione tubi in PVC , inoltre, rappresenta una scelta ambientale a lungo termine, per diversi motivi:

  • la superficie antistatica non lascia proliferare muffe e batteri, garantendo una buona qualità e stabilità dell’acqua potabile;
  • la resistenza alla degradazione e alla corrosione, dovuta anche ad agenti chimici utilizzati per la pulizia di fognature ecc., previene il discioglimento in acqua di sostanze provenienti dal terreno o dalla tubatura stessa;
  • la flessibilità del materiale aumenta la resistenza in caso di scosse di terremoto;
  • la durata minima dei tubi in PVC è di 50 anni ed ha una media di 100 anni.

Contattate Lareter S.p.A., da 50 leader nel settore delle tubazioni in PVC, che sarà lieta di fornirvi eventuali informazioni sui benefici economici ed ambientali delle tubazioni in PVC e PE.